• Medico specialista in Psichiatria , Psicoterapeuta

Domande frequenti

  • Lo psichiatra è un medico che dopo la laurea ha ottenuto il diploma di specializzazione in psichiatria. Il suo campo di intervento comprende problemi psicopatologici, quali ansia depressione, insonnia, fobie, ossessioni, anoressia, bulimia, tossicodipendenze, psicosi e nevrosi, ecc. Egli interviene sia psicologicamente che farmacologicamente.

  • Il neurologo è un medico che dopo la laurea ha ottenuto il diploma di specializzazione in neurologia. I suoi campi di intervento sono patologie organiche come l’ epilessia, i tumori cerebrali, la sclerosi multipla, morbo di Parkinson, patologie vascolari cerebrali, ecc… Utilizza prevalentemente terapie farmacologiche.

  • Lo psicoterapeuta è un laureato in medicina o in psicologia che ha effettuato uno specifico corso quadriennale di formazione in psicoterapia che gli consente l’ iscrizione all’ albo degli psicoterapeuti dell’ ordine dei medici o degli psicologi.

  • Lo psicologo è colui che ha conseguito un diploma di laurea in psicologia e può aver differenziato il suo percorso, e quindi il suo campo di intervento, nell’ ambito clinico, delle organizzazioni, della comunicazione, dell’ educazione, ecc.

Il counseling è un intervento d’ aiuto breve diretto alla risoluzione di problemi psicologici non patologici, che evita di agire sugli strati profondi della personalità.
La psicoterapia è un intervento più complesso, di durata variabile da alcuni mesi ad anni, indicata in situazioni più gravi o di particolare complessità, che richiede un’ azione a livello delle componenti inconsce della personalità.

Qualsiasi terapia farmacologica può creare dipendenza e tolleranza. Nel caso degli psicofarmaci è facile sviluppare una dipendenza psichica, oltrechè fisica; per questo è sempre necessario effettuare la terapia sotto controllo medico. Se una terapia con psicofarmaci è effettuata in modo corretto e seguita dallo specialista, è esente da rischi rilevanti.

In genere ciò non avviene, soprattutto se lo psicoterapeuta agisce correttamente e con cautela. A volte può succedere che dopo una prima fase iniziale vi sia una esacerbazione dei sintomi, che comunque viene considerata un segnale positivo poiché conferma la presa di contatto e la rielaborazione di rilevanti aspetti conflittuali.

Una terapia ipnotica se effettuata in modo corretto e da un ipnotista adeguatamente addestrato è esente da qualsiasi rischio.

Raramente un disturbo psicologico si risolve con il solo intervento della forza di volontà. Le cause hanno spesso radici in dinamiche inconsce ed è quindi necessario intervenire utilizzando diverse strategie, piuttosto che pretendere di far leva solo sulla volontà.

Le forme gravi di schizofrenia, soprattutto durante la fase acuta, richiedono sempre una terapia farmacologica. Nelle forme più lievi, nei casi con efficace terapia farmacologica in atto, o nelle fasi di remissione è sempre utile effetture una terapia psicologica.

Nonostante che, con l’ affinarsi delle tecniche diagnostiche, stia aumentando il riconoscimento di alterazioni organiche alla base delle disfunzioni erettili, vi è sempre in tutti questi casi una componente psicologica. E’ quindi sempre opportuno effettuare una psicoterapia sessuologia per supportare eventuali terapie farmacologiche o chirurgiche.

Esistono molteplici orientamenti psicoterapeutici, ognuno dei quali possiede pregi e difetti.
E’ quindi in genere più importante privilegiare la scelta di uno psicoterapeuta col quale ci si sente a proprio agio e che ispiri fiducia, consentendo l’ instaurarsi di un buon rapporto terapeutico.
E’ inoltre sempre opportuno verificare l’ abilitazione del professionista negli appositi albi disponibili negli ordini dei medici e degli psicologi.